Oggetto

Nella categoria “oggetto” è racchiusa la nostra tradizione che è indissolubilmente legata alla nostra enogastromia. Il valore che ci rappresenta in questa categoria è lo “scudlein”, la scodellina di maiolica bianca dove noi piacentini beviamo i nostri vini, Gutturnio, Ortrugo o Malvasia. Era un’usanza contadina che si è conservata ancora oggi che permette di far arieggiare il vino in modo ottimale e degustarlo al meglio… “intingendo”  il pollice nello scodellino!

Altri oggetti che ci raccontano sono i taglieri dove affettiamo le nostre eccellenze ma anche gli stampi degli anolini con cui intagliamo le nostre opere d’arte in pasta fresca; anche l’aratro che ogni giorno viene usato per lavorare le terre da dove provengono le nostre eccellenze  enogastronomiche diventa uno degli oggetti simbolo della nostra tradizione contadina.