Le uova di Fiorenzuola in Piazzetta Piacenza

Fiorenzuola d’Arda non è certo famosa come città produttrice di uova, ma per il gioco Ponta e cul che tradizionalmente si svolge a Pasqua.

Il gioco consiste nella sfida a colpi di uova sode, finchè non si riesce a rompere il guscio dell’uovo avversario.

Questo è stato il biglietto da visita e l’elemento di attrazione che abbiamo portato a Piazzetta Piacenza il 30 giugno e il 1 e 2 luglio; siamo cioè partiti da un gioco delle nostre tradizioni per poter presentare le peculiarità e le bellezze del nostro territorio. Il discorso di avvicinamento all’Expo è partito da lontano, da un progetto di Marketing Territoriale chiamato Humus Menti Fertili, ideato e gestito dal Vice Sindaco Giuseppe Brusamonti nel 2012 insieme con il Laboratorio di Economia Locale dell’Università Cattolica di Piacenza. Il progetto prevedeva una fase di conoscenza reciproca delle realtà imprenditoriali, creditizie, scolastiche e associative del territorio, per discutere sulle prospettive e le scommesse che il territorio, in quanto tale, poteva sostenere.

La presenza a Piazzetta Piacenza è un primo punto di arrivo di questo percorso che ha visto come testimonial del territorio, proprio quegli imprenditori che hanno partecipato al progetto. Abbiamo realizzato e proiettato un video che racconta le loro imprese inserite in un territorio ricco di cultura, di eccellenze, di possibiità. Abbiamo distribuito 1500 brochures che raccontano, in italiano e inglese, la bellezza di Fiorenzuola e di tutta la Val d’Arda, facendola raccontare da imprenditori che la vivono quotidianamente.

Ma soprattutto abbiamo fatto giocare le persone, grandi e piccini, stabilendo un contatto umano che testimonia la passione con cui facciamo le cose e ci prendiamo cura della nostra terra.

Gli imprenditori, accompagnati dal Vice Sindaco Giuseppe Brusamonti e dallo staff dell’Ufficio Sviluppo Economico si sono messi in gioco in una chiave assolutamente inedita per loro, ma che ha dato una carica di positività e di fiducia di cui si sente sempre di più il bisogno.