Intrecci lungo il fiume Po

Piacenza Terra di Valori Expo Branding Piacenza

Il fiume è da sempre una fonte insostituibile per le comunità che vivono nei territori rivieraschi: dalla sabbia, alle pietre, all’argilla…fino alle piante e agli arbusti che crescono sulle sue rive. Già nella Preistoria le materie prime, come salici e canne di palude per creare corde, cesti, stuoie e persino abiti, erano reperite proprio lungo le rive del Po, che donava anche preziose sostanze tintorie come il sambuco.

Dopo una breve spiegazione e una dimostrazione dal vivo delle fasi di realizzazione di un cesto, i partecipanti si sono sentiti tessitori dell’età del Bronzo creando il proprio bracciale grazie a piccoli telai in legno e a filati tinti con sostanze naturali, proprio come all’epoca delle nostre Terramare!

Nel frattempo uno slide show ha fatto vivere l’atmosfera delle precedenti edizioni de “IL PO RICORDA“, raccontando il senso di questa manifestazione che intende far conoscere l’importanza che il Po riveste nella storia e nella cultura del territorio piacentino e che nell’edizione 2015, con Storie oltre il confine, condurrà i partecipanti in un viaggio emozionante fino alla riscoperta di quella identità fluviale, oggi in gran parte dimenticata, ma profondamente radicata nei nostri territori.

Nel caleidoscopio lo sguardo sul paesaggio fluviale del fotografo piacentino Daniele Zucca ha mostrato come il sistema dei riferimenti culturali utilizzati nel rappresentare il paesaggio del Po continui a mutare, invitando a riflettere sull’importanza di leggere la stratificazione storica del paesaggio  attuale, per comprenderne il valore e rispettarlo.

        IL PO RICORDA A EXPO Piazzetta Piacenza